Area dei pagamenti

Una rete globale

Oltre un quinto dei pagamenti effettuati dai clienti, pari a un importo di CHF 6946 miliardi, riguarda i pagamenti internazionali. Nel 2015 sono stati trasferiti complessivamente CHF 1500 miliardi dalla Svizzera all’estero e viceversa, di cui un terzo in euro. Dal punto di vista economico, la Svizzera è fortemente interconnessa con il resto del mondo. Lo standard ISO 20022 semplificherà le operazioni di pagamento con l’estero e agevolerà lo scambio di beni e servizi. Con l’armonizzazione, la catena del valore aggiunto, sempre più digitalizzata, sarà estesa ai pagamenti e nel complesso migliorerà il quadro economico per le imprese. Tutto questo darà un impulso positivo all’intera economia nazionale e alla capacità di attrattiva della Svizzera. Continua

Area unica dei pagamenti in euro

L’Area unica dei pagamenti in euro (SEPA) comprende 34 paesi, tra cui Svizzera e Liechtenstein. Nell’agosto 2014 tutti i paesi della UE hanno convertito i propri sistemi di pagamento nazionali al SEPA e allo standard ISO 20022. La collaborazione nell’area SEPA si basa su contratti di diritto privato stipulati tra lo European Payments Council (EPC) e gli istituti finanziari. L’EPC, una federazione di banche e associazioni bancarie di tutta Europa, definisce le norme per tutte le procedure di pagamento standardizzate e internazionali nell’area SEPA. Tutti i paesi si impegnano a rispettare tali norme. Il rapporto banca-cliente non è direttamente interessato. Determinati standard possono però essere rispettati se vengono accettati anche dai clienti degli istituti finanziari, ed è questo che avverrà con lo standard ISO 20022.

Maggiori informazioni